Torna in alto
Autocertificazione di cittadinanza italiana Compila il modello

Autocertificazione di cittadinanza italiana

Ultima revisione
Ultima revisione 7 giorni fa
Formati
Formati Word e PDF
Dimensione
Dimensione 1 pagina
Compila il modello

Informazioni sul modello

Ultima revisione: 7 giorni fa

Dimensione: 1 pagina

Formati disponibili: Word e PDF

Compila il modello

Come funziona?

1. Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

1 / Scegli questo modello

2. Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

2 / Compila il documento

3. Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.

3 / Salva - Stampa

Autocertificazione di cittadinanza italiana

L'autocertificazione di cittadinanza italiana è un documento che può essere utilizzato dal cittadino italiano presso tutte le amministrazioni pubbliche e tutti i gestori di pubblici servizi. Attraverso questo documento lo scrivente potrà dichiarare di essere cittadino italiano senza necessità di dove andare all'anagrafe per ritirare il relativo certificato di cittadinanza, semplificando notevolmente la procedura.

Questi ultimi sono le aziende che hanno in concessione servizi come i trasporti, l'erogazione di energia, il servizio postale, le reti telefoniche (ad esempio le aziende municipalizzate, l'Enel, le Poste ad eccezione del servizio Bancoposta, la Rai, le Ferrovie dello Stato, la Telecom, le Autostrade) non possono più chiedere ai cittadini i certificati o i documenti in tutti i casi in cui si può fare l'autocertificazione.

Infatti, attraverso l'autocertificazione, la persona dichiarerà, sotto responsabilità sia penale che civile, che è effettivamente cittadino Italiano. Non vi è bisogno che egli sia nato in Italia, ma l'importante è che abbia la cittadinanza italiana. Come per tutte le autocertificazioni, questa comporta dei rischi per la persona che effettui dichiarazioni false o mendaci. Il cittadino è responsabile di quello che dichiara con l'autocertificazione. Le amministrazioni effettuano controlli sulla corrispondenza alla verità delle dichiarazioni auto certificate. In caso di dichiarazione falsa il cittadino viene denunciato all'autorità giudiziaria e decade dagli eventuali benefici ottenuti con l'autocertificazione.


Brevi cenni sulla cittadinanza:

Per quanto riguarda il tema della cittadinanza, molto brevemente, l'unico modo "automatico" in Italia per ottenere la cittadinanza, è attraverso lo "Ius Sanguinis", ovvero la cittadinanza trasmessa dai genitori ai figli, che riguarda la stragrande maggioranza dei casi. infatti se un cittadino italiano vive in Italia e la sua prole è Italiana, la cittadinanza si trasmette in maniera automatica. Stessa cosa accade anche per il cittadino Italiano residente all'estero, vi sono infatti molte persone che vivono all'estero (Argentina, Francia, Germania, solo per citare alcuni Paesi dove è massiccia la presenza di Italiani) che hanno il doppio passaporto, essendo figli, nipoti o bisnipoti di persone italiane. Non vi è un limite alla trasmissione di "Ius Sanguinis", pertanto se si dimostra che un parente ha avuto la cittadinanza Italiana, si può ottenere la cittadinanza per parentela in linea retta.

Più spinoso è il caso dello "Ius Soli" ovvero l'acquisizione della cittadinanza per essere nato in Italia da genitori stranieri. In questo caso, lo straniero diventerà cittadino italiano solamente al compimento del suo diciottesimo anno, qualora dimostrasse di aver vissuto ininterrottamente nel nostro Paese. La questione è oggetto di numerosi dibattiti parlamentari, ma che fino ad ora non hanno portato ad un cambio significativo in materia.

Si può ottenere la cittadinanza anche grazie al matrimonio con un cittadino italiano, dopo 2 anni dal matrimonio o 3 se le parti vivono all'estero.


Come utilizzare il seguente documento

Attraverso questo documento si potrà:

  • Indicare le generalità della persona che redige il presente documento;
  • Indicare la residenza della stessa;
  • Indicare in che Comune risulta iscritto all'anagrafe;

Una volta firmato il documento, questo sarà valido presso tutte le amministrazioni pubbliche o gestori di pubblici servizi di cui sopra.


Normativa applicabile

Art. 46 - lettera c - DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 dicembre 2000, n. 445, "Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa. (Testo A)"


Come modificare il modello:

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello