Torna in alto
Dichiarazione sostitutiva di autocertificazione dello stato civile Compila il modello

Dichiarazione sostitutiva di autocertificazione dello stato civile

Ultima revisione
Ultima revisione 09/04/2020
Formati
Formati Word e PDF
Dimensione
Dimensione 1 pagina
Valutazione 4,6 - 6 voti
Compila il modello

Informazioni sul modello

Ultima revisione: 09/04/2020

Dimensione: 1 pagina

Formati disponibili: Word e PDF

Opzione: Assistenza di un avvocato

Valutazione: 4,6 - 6 voti

Compila il modello

Come funziona?

1. Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

1 / Scegli questo modello

2. Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

2 / Compila il documento

3. Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.

3 / Salva - Stampa

Avvocato in alternativa

Puoi scegliere di farti assistere da un avvocato dopo avere compilato il documento.

Avvocato in alternativa

Dichiarazione sostitutiva di autocertificazione dello stato civile

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere utilizzata dal cittadino per attestare il proprio stato di coniugio, unione civile, divorziato, vedovanza, celibato, convivenza.

Essa può essere utilizzata nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni nonché con i gestori di pubblici servizi e con i privati che vi consentano.

 

Come utilizzare il documento?

Nell'autocertificazione in oggetto vanno inseriti i dati del soggetto dichiarante, i dati relativi allo status che intende dichiarare

In caso di matrimonio, unione civile, contratto di convivenza, vedovanza vanno inseriti i dati del partner , in caso di divorzio quelli dell'ex coniuge, accompagnati dalla dichiarazione di consapevolezza delle conseguenze in caso di dichiarazioni non veritiere.

L'autocertificazione deve essere firmata dal dichiarante di proprio pugno, in originale. Questi assume la responsabilità di quanto dichiarato ai sensi dell'art. 76 del citato decreto.

La firma non deve essere autenticata.

L'autocertificazione può essere inoltrata o trasmessa via fax, raccomandata con ricevuta di ritorno ovvero per posta elettronica certificata.

In tale caso, tuttavia, la dichiarazione deve essere inviata unitamente alla fotocopia non autenticata del documento di identità del sottoscrittore.

 

Normativa di riferimento

D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000.

 

Assistenza di un avvocato

Potrai scegliere di consultare un avvocato se avrai bisogno di aiuto.

L'avvocato potrà rispondere alle tue domande o assisterti negli adempimenti opportuni. Questa opzione ti sarà proposta alla fine del documento.

 

Come modificare il modello?

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello