Torna in alto
Accordo di separazione Compila il modello

Accordo di separazione

Ultima revisione
Ultima revisione La settimana scorsa
Formati
Formati Word e PDF
Dimensione
Dimensione 2 a 3 pagine
Compila il modello

Informazioni sul modello

Ultima revisione: La settimana scorsa

Dimensione: 2 a 3 pagine

Formati disponibili: Word e PDF

Compila il modello

Accordo di separazione

L'accordo si separazione è un tipo di patto che serve a far si che le parti possano raggiungere un accordo durante la fase di separazione, evitando di incorrere nella separazione giudiziale, ovvero quella separazione decisa da un Tribunale.

La separazione è un atto disciplinato da varie norme, ed interviene quando le parti sono consapevoli di non poter continuare a vivere sotto lo stesso tetto per le ragioni più varie, ed è il passo precedente per arrivare al divorzio. Infatti, fino a quando le parti non firmeranno un accordo di divorzio queste non saranno ancora libere di potersi risposare e mantengono ancora alcuni obblighi nei confronti dell'altra parte.

Mediante questo accordo le parti possono disciplinare tutti gli aspetti della fine della loro vita congiunta, sia essa derivante da matrimonio o da unione civile,

Nel nostro ordinamento vi sono, ad oggi, accanto allo strumento utilizzato sempre, ovvero il ricorso al Tribunale da parte di uno o entrambi i coniugi, sono stati introdotti due nuovi tipi di accordi di separazione: quella effettuata di fronte ad un Ufficiale di Stato civile o la possibilità di essere assistiti da Avvocati (negoziazione assistita)

  • Il ricorso in Tribunale è la prassi eseguita da molte coppie, e prevede la possibilità delle parti di poter adire al Tribunale competente per poter omologare l'accordo di separazione. In genere questo tipo di operazione viene effettuata attraverso l'aiuto di un Avvocato, ma vi sono alcuni Tribunali che accettano la possibilità che le parti possano adire senza l'intervento del difensore. La situazione cambia da Tribunale a Tribunale, e pertanto è necessario chiedere alla Cancelleria del Tribunale competente. Attraverso questo tipo di separazione le parti possono disciplinare qualsiasi tipo di diritto, sia personale (come ad esempio a chi verranno affidati i figli), sia patrimoniale (come ad esempio, la vendita dei beni dei mobili all'interno della casa coniugale); questo perché poi il documento sarà sottoposto al vaglio del Giudice, che dovrà omologarlo.
  • Altra opzione, introdotta di recente dal legislatore, è quella per le parti di poter stipulare un accordo, e poi presentarla all'Ufficiale di Stato civile competente, ossia presso il Comune del luogo dove le parti hanno contratto matrimonio o il Comune di residenza di una delle due parti. In questo caso le parti non sono libere di disciplinare la totalità degli aspetti personali e patrimoniali, in quanto, non si può effettuare questo accordo in caso che la coppia non abbia figli maggiorenni autosufficienti, ossia hanno figli maggiorenni ma ancora dipendenti economicamente, figli minorenni, figli portatori di handicap grave o figli incapacitati. Inoltre non si possono effettuare disposizioni patrimoniali, come ad esempio vendere l'immobile. Si potranno però effettuare disposizioni sugli alimenti da versare da una parte all'altra.
  • Ultima opzione, sempre introdotta di recente dal legislatore, è la possibilità per la coppia di potersi farsi assistere da degli Avvocati nel trovare un accordo negoziale per la separazione. In questo caso le parti saranno assistite dagli Avvocati i quali tenteranno di trovare la soluzione più congegnale ad entrambe le parti.

In ogni caso, nell'accordo di separazione, vi è un contenuto essenziale, cioè obbligatorio e un contenuto eventuale, ossia facoltativo e di cui le parti hanno la libertà se introdurlo o meno.

  • Il contenuto essenziale prevede che le parti disciplinino obbligatoriamente su alcuni aspetti specifici della separazione come ad esempio il consenso a vivere separati, l'affidamento dei figli e l'assegno di mantenimento che una parte dovrà versare all'altra.
  • Il contenuto eventuale prevede invece quelle disposizioni dove le parti possono scegliere se disporre o meno, come ad esempio la gestione della casa familiare o l'organizzazione per la visita dei figli.

Le parti devono essere consapevoli quindi che quando firmano un accordo del genere devono effettuare determinate tipi di previsioni, così come prevede la legge e la giurisprudenza.


Come utilizzare il seguente documento:

Attraverso questo documento si potrà:

  • Stabilire se l'accordo di separazione sarà un ricorso in Tribunale, una negoziazione assistita da Avvocati o un accordo da presentare di fronte all'Ufficiale di Stato Civile;
  • Indicare la generalità delle parti;
  • Indicare se la separazione deriva da unione civile o matrimonio;
  • Indicare se il matrimonio era civile o religioso;
  • Indicare se le parti hanno figli o no;
  • Stabilire se i figli sono maggiorenni economicamente indipendenti od economicamente dipendenti, o minorenni, portatori di handicap o incapacitati;
  • Stabilire a quanto ammonta il mantenimento dei figli;
  • Stabilire se il figlio verrà affidato ad un solo genitore o ad entrambi;
  • Stabilire se un partner dovrà mantenere all'altro;
  • Effettuare disposizioni sulla casa coniugale;
  • Eventuale disposizioni patrimoniali delle parti riguardo ad alcuni beni.


Una volta firmato il documento:

Nel caso in cui le parti scegliessero una negoziazione assistita, saranno direttamente gli Avvocati ad indicare i passi successivi che le parti devono intraprendere.

Nel caso di scegliere un documento presso l'Ufficiale di Stato civile, le parti dovranno presentarsi presso il Comune competente per chiedere le procedure da eseguire.

Nel caso, invece, in cui le parti scegliessero di adire al Tribunale, dovranno presentarsi in Cancelleria con il documento firmato, e anche li, informarsi sulle procedure da seguire.

Negli ultimi due casi, le parti potrebbero dover fornire certificato di residenza e dello stato di famiglia di entrambi.


Normativa di riferimento

Decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132 recante: "Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile."

Art. 711. Codice Procedura Civile.


Come modificare il modello:

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello

Come funziona?

1. Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

1 / Scegli questo modello

2. Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

2 / Compila il documento

3. Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.

3 / Salva - Stampa