Contratto di deposito Compila il modello

Come funziona?

1. Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

1 / Scegli questo modello

2. Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

2 / Compila il documento

3. Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.

3 / Salva - Stampa

Avvocato in alternativa

Puoi scegliere di farti assistere da un avvocato dopo avere compilato il documento.

Avvocato in alternativa

Contratto di deposito

Ultima revisione Ultima revisione 22/03/2024
Formati FormatiWord e PDF
Dimensione Dimensione4 a 5 pagine
4,5 - 1 voto
Compila il modello

Ultima revisioneUltima revisione: 22/03/2024

FormatiFormati disponibili: Word e PDF

DimensioneDimensione: 4 a 5 pagine

Opzione: Assistenza di un avvocato

Valutazione: 4,5 - 1 voto

Compila il modello

Il contratto di deposito è un tipo di contratto dove una parte, il depositante, consegna dei beni ad un'altra parte, il depositario, con l'obbligo di custodire questi beni per un determinato periodo di tempo.

Questo tipo di contratto può riguardare qualsiasi tipo di bene, che possano per loro natura essere depositati e custoditi da un altro soggetto. Il contratto inizia ad avere valore legale nel momento in cui vi è l'effettivo deposito del bene da parte del depositante verso il depositario. Il solo contratto, senza effettivo deposito del bene, non è di per sé idoneo a far sorgere obbligazioni nei confronti delle due parti.

Nel contratto di deposito si possono consegnare qualsiasi tipo di beni (merci, mobilio, computer) a parte i beni immobili (ossia appartamenti, cantine, garage, etc.).

Il deposito, non è né un contratto di locazione, in quanto non si configura nessn tipo di utilizzo del bene, né un contratto di prestito, in quanto non vi sono interessi e anche in questo caso, il bene non può essere utilizzato


Elementi essenziali del contratto:

Tipo di beni: come detto, il deposito può riguardare qualsiasi tipo di bene mobile, ma non i beni immobili, per ovvi motivi. I beni, che vengono depositati, sono generalmente, dei beni detti beni infungibili. Per bene infungibile si intende un bene che non può essere sostituito con un altro bene. Immaginiamo per esempio un'opera d'arte o una fede nuziale. In questi casi, dovrà essere conservato e restituito esattamente nella stessa maniera in cui il bene è stato consegnato dal depositante.

Al contrario, quando si hanno dei beni fungibili, si parla di deposito irregolare. Sono beni fungibili quelli che possono essere sostituiti con altri dello stesso genere e qualità come il denaro, oro, rame. Se per esempio vengono depositati 10 grammi d'oro o 1000€ sarà facilmente restituibile il bene, con la possibilità del depositario di poter utilizzare il bene per poi restituire un bene che è uguale per sua natura.

Obblighi delle parti: Il depositario non potrà utilizzare i beni depositati dal depositante, se non attraverso un'autorizzazione scritta di quest'ultimo. Inoltre, dovrà custodire i beni con la diligenza richiesta dall'Ordinamento giuridico. Inoltre, dovrà restituire i beni al depositante ogni volta questi ne faccia richiesta. Il depositante, al contrario dovrà effettuare il pagamento, se previsto, nei modi e nei termini previsto dal contratto, e dovrà riprendersi i beni una volta che il contratto termini.

Corrispettivo: Il contratto di deposito può essere sia a titolo gratuito che a titolo oneroso. Saranno le parti a decidere la natura del contratto. Nel caso in cui questo fosse oneroso, le parti potranno scegliere le modalità di pagamento. Qualunque sia il tipo di contratto, il depositario dovrà attuare diligentemente per la custodia dei beni.


Come utilizzare il presente documento:

Attraverso questo documento si potrà:

- Indicare la generalità delle parti;

- Indicare se i beni oggetto del contratto verranno descritti nel contratto stesso o in un allegato;

- Indicare se il contratto è a titolo gratuito o a titolo oneroso;

- Indicare la durata del contratto;

- Nel caso in cui fosse a titolo oneroso, indicare la modalità e la formula del pagamento;

- Indicare se il depositante dovrà stipulare un'assicurazione;

- Indicare quale Organo risolverà le eventuali controversie che nasceranno dal contratto.

Il contratto va redatto in duplice copia, una per parte. La registrazione del contratto è facoltativa e non obbligatoria.


Normativa applicabile:

Art. 1766 e ss. C.C.


Assistenza di un avvocato:

Potrai scegliere di consultare un avvocato se avrai bisogno di aiuto.

L'avvocato potrà rispondere alle tue domande o assisterti negli adempimenti opportuni. Questa opzione ti sarà proposta alla fine del documento.


Come modificare il modello:

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello