Torna in alto

Il contratto preliminare di compravendita: cos'è e gli aspetti da considerare

8 maggio 2020 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Quando si compra un immobile, che può essere un appartamento, casa, villa, ma anche un negozio o locale, vi sono le due parti, il compratore ed il venditore, che firmeranno un contratto di compravendita che deve essere certificato per atto pubblico dal notaio della città in cui è presente l'immobile e registrato nelle sedi opportune. La stipulazione dell'atto notarile è solitamente preceduta da una trattativa e dalla sottoscrizione di un contratto preliminare di compravendita immobiliare (c. [...]

Il contratto di locazione turistica: aspetti legali e funzionamento

26 febbraio 2020 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Negli ultimi anni si è assistito ad una mobilità sempre maggiore delle persone grazie alle compagnie aree low-cost, e ad alla possibilità, per lo meno in Europa e zona Schengen, di poter viaggiare senza dover avere problemi burocratici. Tutto ciò a comportato un cambio radicale nel mondo del turismo, soprattutto per quanto riguarda il tema alberghiero e dell'ospitalità. [...]

Il subaffitto, cos'è e quando è possibile

17 dicembre 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Come abbiamo visto nella nostra guida sugli affitti, questo tipo di contratto è sicuramente uno dei più comuni nel nostro panorama giuridico. Vi sono due parti, il conduttore inquilino, che vivrà nell'immobile del locatore proprietario, il quale, per la cessione temporanea della sua proprietà, riceverà un canone di locazione, o affitto. [...]

Cauzione e caparra nel contratto d'affitto, cos'è e quando restituirla

21 novembre 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Nell'ambito di un contratto di locazione, sia ad uso abitativo che ad uso commerciale, vi sono due parti, il locatore proprietario da una parte, e l'inquilino conduttore dall'altra. Nel rapporto che sorge dal contratto, il conduttore dovrà pagare un canone mensile al locatore per tutto il periodo in cui il primo abiti o utilizzi l'immobile di proprietà del secondo. [...]

I quattro contratti (più uno) d'affitto o locazione ad uso abitativo

8 novembre 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Il contratto di locazione ad uso abitativo, o, più comunemente, il contratto d'affitto, è sicuramente uno dei contratti più utilizzati in nel panorama giuridico italiano. Lo scopo di questo contratto è quello di far si che una persona, conduttore o inquilino, possa vivere per un determinato periodo di tempo nell'immobile di un'altra persona, locatore o proprietario, previo pagamento di un canone mensile, chiamato affitto o locazione. [...]

I diritti e i doveri del lavoratore subordinato

4 novembre 2019 - Categoria: Lavoro

In un rapporto di lavoro subordinato, come tutti sappiamo, vi sono due parti, il lavoratore ed il datore di lavoro. Gli interessi che entrano in gioco quando si parla di diritto del lavoro sono enormi e molto spesso contrapposti. [...]

Come cessare un contratto di comodato d'uso

6 settembre 2019 - Categoria: Vita quotidiana

Come abbiamo già visto nella nostra guida sul comodato d'uso, in un contratto di comodato, vi è una parte, comodante, proprietaria di un bene immobile o mobile, che consente l'utilizzo del bene ad una altra persona, comodatario, per un determinato periodo di tempo e senza che venga corrisposto alcun corrispettivo (o con un corrispettivo minimo). Abbiamo visto che il contratto di comodato può essere sia scritto che verbale. [...]

Come costituire un'associazione

2 settembre 2019 - Categoria: Associazioni

Un'associazione, nel senso ampio del termine, si ha quando un gruppo di persone vuole perseguire degli interessi e degli ideali comuni, generalmente con fini solidaristici e di volontariato, senza avere come obiettivo lo scopo di lucro. In Italia la normativa relativa alle associazioni, comitati, Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) era variata e frastagliata. [...]

Cosa succede se l'inquilino non paga l'affitto

2 agosto 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Quando si stipula un contrato di locazione, sia ad uso abitativo che ad uso commerciale o non abitativo, generalmente le parti appongono un termine mensile entro il quale l'inquilino o conduttore dovrà pagare al proprietario o locatore il canone previsto per l'affitto. In linea di massima e nella maggior parte dei casi, il rapporto tra le due parti procede senza particolari noie né seccature, quando l'inquilino paga correttamente il suo canone d'affitto e il proprietario lascia che questi possa godere dell'immobile senza interferenze. [...]

Quando può l'inquilino disdire il contratto d'affitto?

26 luglio 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Nei contratti d'affitto, sia ad uso abitativo che ad uso commerciale o non abitativo, vi è sempre una scadenza ad indicare quale sarà la fine naturale del contratto stipulato dalle parti. Può capitare però, che una delle due parti, o entrambe, abbiano l'esigenza di dover recedere il contratto anteriormente rispetto alla sua scadenza naturale. [...]

Quando può il proprietario disdire il contratto d'affitto?

28 giugno 2019 - Categoria: Edilizia abitativa, settore immobiliare

Come abbiamo visto nella guida sugli affitti ad uso abitativo, vi sono nel nostro ordinamento vari tipologie di locazioni che rendono flessibile la materia e fanno si che si possa trovare un affitto per ogni esigenza. La locazione, sia ad uso abitativo che non, è sicuramente uno degli istituti più importanti nel nostro panorama giuridico. [...]

Il comodato d'uso: cos'è e quando conviene utilizzarlo

13 giugno 2019 - Categoria: Vita quotidiana

Il contratto di comodato d'uso viene utilizzato molto spesso in sostituzione del contratto di locazione creando molta confusione tra le due fattispecie e i due documenti. Nel contratto di comodato infatti, vi è una parte, comodante, proprietaria di un bene immobile o mobile, che consente l'utilizzo del bene ad una altra persona, comodatario, per un determinato periodo di tempo e senza che venga corrisposto alcun corrispettivo (o con un corrispettivo minimo). [...]

I diversi modi di interrompere il rapporto di lavoro

4 giugno 2019 - Categoria: Lavoro

Nell'ambito del mondo del lavoro il rapporto tra datore di lavoro e lavoratore dipendente può essere interrotto anticipatamente da qualsiasi delle due parti o da entrambe, dando così vita a diversi forme giuridiche di interruzione del rapporto lavorativo. Nel caso in cui vi sia una volontà da parte del datore di lavoro di interrompere il rapporto lavorativo, siamo di fronte ad un licenziamento. [...]