Torna in alto

Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato

Informazioni sul documento

Ultima revisione
Ultima revisione 02/09/2016
Formati
Formati Word e PDF
Prezzo
Prezzo Gratuito
Dimensione
Dimensione 5 pagine
Compila il modello (GRATUITO) Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato Compila il modello
(GRATUITO)

Informazioni sul modello

Ultima revisione:02/09/2016

Dimensione:5 pagine

Formati disponibili:Word e PDF

Prezzo:GRATUITO

Compila il modello (GRATUITO)

Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato

Il contratto di lavoro subordinato a tempo determinato si caratterizza rispetto al contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato per l'apposizione di un termine di durata allo stesso.

A meno che il contratto non sia inferiore a 12 giorni la forma scritta è obbligatoria ai fini della validità della clausola temporale.


Come usare il documento?

Il contratto di lavoro subordinato a tempo determinato non è per sua natura la forma naturale di vincolo di subordinazione lavorativa di tal ché il legislatore ne ha subordinato l'applicabilità ad alcune condizioni.

In particolare vi è un limite alla possibilità di assunzione di lavoratori con contratto a termine nei confronti del datore di lavoro. Egli può inserire una percentuale di lavoratori a tempo determinato nella propria attività non superiore al 20% del numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza al 1° gennaio dell'anno di assunzione. Tale limitazione non vale per le start up innovative fino a quattro anni dalla creazione dell'impresa ovvero per situazioni analoghe previste nel decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221.

Vi è poi un limite temporale stabilito in 36 mesi associato ad un limite quantitativo di rinnovi possibili ovvero non più di cinque.

Sussiste poi un diritto di precedenza all'assunzione a tempo indeterminato del lavoratore che ha prestato la propria opera alle dipendenze del datore di lavoro con contratto a tempo determinato per almeno sei mesi.

Sono previsti due diversi periodi nel corso dei quali la prosecuzione del rapporto ha come conseguenza il pagamento di una retribuzione maggiorata del 20% e del 40% per ciascun giorno ulteriore se il lasso temporale non oltrepassa i 30 giorni se il rapporto lavorativo ha avuto una durata inferiore a sei mesi e 50 giorni se superiore (cd. stop and go).

Un intervallo di 10 giorni per contratto fino a sei mesi e di 20 giorni per un contratto con durata superiore è previsto per la stipula di un secondo contratto a termine tra le stesse parti e con le medesime mansioni.

La violazione dei limiti temporali fin qui richiamati comporta la trasformazione in contratto a tempo indeterminato del contratto a tempo determinato.

Vi è, infine, la possibilità che, nonostante il raggiungimento del limite, le parti siano interessate a a concordare un nuovo periodo di lavoro. Ciò sarà possibile solo ove la stipula del relativo accordo avvenga (in deroga alla vigente disciplina) con l'assistenza di un rappresentante sindacale prescelto dinanzi al funzionario della Direzione Territoriale del Lavoro competente e per un periodo non superiore a 12 mesi.

Il contratto viene compilato con i dati delle parti, l'oggetto, le mansioni, l'inquadramento professionale, la data di inizio del rapporto, le ferie ed il riposo e le festività. Si fa richiamo, per quanto non convenuto, alla disciplina prevista dal CCNL di riferimento.

Vengono previsti, inoltre luogo e orario di lavoro. Quanto all'orario esso può essere a tempo pieno o parziale. Ove stabilito un orario di lavoro a tempo pieno sono significative le variazioni cui esso può andare incontro in base alla tipologia di lavoro. In generale vige per le ore lavorate un doppio limite massimo tassativo e inderogabile che fissa in 8 ore giornaliere, e 48 ore settimanali l'orario di lavoro.

Quanto al tempo parziale esso non può superare le 40 ore settimanali ed, in base alla ripartizione delle ore, generalmente si distingue una forma orizzontale di ripartizione oraria in base alla quale si riducono le ore lavorate ogni giorno, una forma verticale che riduce i giorni lavorati per settimana anche in forma periodica (part time ciclico) ovvero mista, con una riduzione combinata di giorni e di ore lavorati.

Si indica il trattamento economico. Vengono, poi, sottoscritte le dichiarazioni e gli opportuni richiami alle norme sulla sicurezza, sulla salute sul lavoro, le previsioni per i trattamenti previdenziali.

Viene anche disciplinato l'obbligo di segretezza e fedeltà, l'impegno da parte del lavoratore a non svolgere attività in concorrenza o che danneggino il datore di lavoro. Di volta in volta può essere valutato l'inserimento di ulteriori clausole a seconda delle reali necessità delle parti come ad esempio nel caso del periodo di prova.

Il contratto va poi firmato in più copie, una delle quali resta al lavoratore ed una al datore di lavoro.


Normativa di riferimento

L. 17 dicembre 2012, n. 221, Decreto Legge n. 34 del 2014 e articoli da 19 a 29 del D.lgs. 15 giugno 2015.


Come modificare il modello?

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi gratuitamente nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello (GRATUITO)

Come funziona?

1 / Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

2 / Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

3 / Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.