Torna in alto

Contratto di locazione ad uso abitativo

Informazioni sul documento

Ultima revisione
Ultima revisione 07/11/2016
Formati
Formati Word e PDF
Dimensione
Dimensione 4 pagine
Compila il modello Contratto di locazione ad uso abitativo Compila il modello

Informazioni sul modello

Ultima revisione:07/11/2016

Dimensione:4 pagine

Formati disponibili:Word e PDF

Compila il modello

Contratto di locazione ad uso abitativo

Il presente contratto di locazione serve a regolare i casi di affitto di immobili ad uso abitativo esso è anche detto a canone libero in esso il locatore mette a disposizione del conduttore un immobile dietro pagamento di un corrispettivo liberamente determinato dalle parti.

L'utilizzo dello stesso è riservato per espressa previsione di legge ad una durata minima di quattro anni più quattro di rinnovo salvo casi particolari tassativamente previsti di recesso del conduttore per gravi motivi.


Come utilizzare il documento?

Tra le tipologie di contratti di locazione ve ne sono due principali tra cui il contratto a canone libero in cui le parti stabiliscono liberamente l'ammontare del canone e le altre condizioni della locazione con l'obbligo, tra gli altri di rispettare la durata minima di 4 anni più 4 di rinnovo, salvo casi particolari tassativamente previsti (subentro del proprietario, vendita o integrale ristrutturazione dell'immobile ecc.).

Nel contratto andranno indicati i dati identificativi di locatore e conduttore, dell'immobile con le relative coordinate catastali e il relativo stato dei luoghi.

Si indicherà la durata e le modalità di rinnovo nei limiti di legge sopra riportati specificando la destinazione d'uso dell'immobile che è quella abitativa e si disciplineranno i limiti alle modifiche e le relative responsabilità in termini di ordinaria e straordinaria amministrazione, accesso all'immobile da parte del proprietario.

E' poi regolarmente indicato in quali casi il conduttore può recedere dal contratto ed è inserita una clausola di esonero da responsabilità dello stesso.

E' poi stabilito l'ammontare del canone ed eventualmente il suo aggiornamento, l'ipotesi e le conseguenze del mancato pagamento. Viene eventualmente indicato un diritto di prelazione all'acquisto per il conduttore.

Si pattuiscono i limiti per la sublocazione ed il comodato dell'immobile stesso, il ruolo ed i limiti dello stesso da parte del conduttore in caso di riunioni condominiali.

Viene fissato un deposito cauzionale a garanzia da versarsi da parte del conduttore.

Circa il regime impositivo va osservato che tanto la rivalutazione automatica agli indici ISTAT che la previsione del pagamento dell'imposta di registro attengono all'ipotesi nella quale il locatore non acceda al regime della cedolare secca.

Si stabilisce, infine, in che termini in base alla normativa sulla privacy possano essere utilizzati i dati sensibili scambiati in occasione della firma del contratto.

Firma e data del confezionamento dell'atto chiudono il contratto in parola che viene redatto nelle copie necessarie allo scambio tra le parti.


Normativa di riferimento

Legge 9 dicembre 1998 n. 431 artt. 2 e 3; Legge 27 luglio 1978, n. 392 art. 55; art. 8 comma terzo Legge n. 359 dell'8 agosto 1992.


Come modificare il modello?

Compili un modulo. Il documento viene redatto sotto i tuoi occhi man mano che inserisci le tue risposte.

Al termine, lo ricevi nei formati Word e PDF. Puoi modificarlo e riutilizzarlo.

Compila il modello

Come funziona?

1 / Scegli questo modello

Per cominciare, clicca su "Compila il modello"

2 / Compila il documento

Rispondi ad alcune domande e il tuo documento viene creato automaticamente.

3 / Salva - Stampa

Il tuo documento è pronto! Lo riceverai nei formati Word e PDF. Potrai modificarlo.